IL PLACEMENT OLTRE LA PANDEMIA: «INTEGRIAMO I NUOVI SERVIZI DIGITALI CON QUELLI IN PRESENZA»

Vedi gallery 10 Photos

L’edizione 2021 del Career Fair Poliba ha dimostrato che la modalità on line non fa venir meno l’importanza dell’incontro: all’evento dal vivo hanno partecipato 400 giovani alla ricerca di opportunità di lavoro

La pandemia non ha fermato la voglia di futuro. Il mercato del lavoro, in particolare quello altamente qualificato, è in grande fermento per le opportunità che si intravedono nella transizione ecologica e digitale. Nuovi scenari di sviluppo sostenibile che richiedono competenze inedite e un ruolo quanto mai centrale delle università. Insieme ai modelli didattici, sempre più multidisciplinari, stanno cambiando anche le strategie di sostegno all’occupazione dei laureati.

«Con la quinta edizione del Career Fair del Politecnico di Bari ­– dichiara il professor Giuseppe Acciani, delegato del Rettore al Placement – abbiamo voluto proporre un parziale ritorno alla normalità, dopo l’edizione 2020 realizzata in remoto su piattaforma digitale e che, considerato il momento particolare, ha riscosso un buon successo. Quest’anno – aggiunge il professor Acciani – abbiamo sperimentato una soluzione mista, cercando di sfruttare gli aspetti positivi sia della modalità on line, sia di quella in presenza».

Così è nata l’edizione ibrida del Career Fair Poliba 2021, il principale evento di Placement per il Politecnico, durante il quale studenti e neolaureati che vogliono affacciarsi al mondo del lavoro incontrano le aziende alla ricerca di personale qualificato. A differenza dello scorso anno, quando la situazione sanitaria consentiva una modalità esclusivamente virtuale, quest’anno il Career Fair Poliba si è svolto infatti in due giornate, il 20 e il 26 ottobre: la prima da remoto e la seconda in presenza, nel Campus. Il bilancio è di oltre 400 offerte di lavoro inserite nella piattaforma digitale, 1100 candidature, 70 imprese espositrici, quasi 6500 visite agli stand aziendali.

«I ragazzi iscritti attraverso la piattaforma – spiega la professoressa Mariangela Turchiarulo, delegata del Rettore al Placement e alla Comunicazione istituzionale – sono stati poi invitati a partecipare alle presentazioni ad accesso libero, tenute dalle aziende che aderivano al servizio in presenza, nel corso della seconda giornata. Si sono presentati circa 400 giovani – continua la professoressa Turchiarulo – e questo è stato un segnale importante, che ci spinge a guardare al futuro con ritrovato ottimismo e a continuare a fare sempre meglio, per promuovere l’occupazione dei nostri giovani e favorire lo sviluppo delle imprese».

Nel frattempo, il Politecnico di Bari ha attivato il Career Center virtuale, una nuova piattaforma che offre servizi di placement on line, fornita da JobTeaser, attraverso la quale studenti e neolaureati possono trovare tante occasioni di tirocinio e opportunità di lavoro, oltre a numerosi strumenti utili per migliorare la propria presentazione e candidatura.

«Abbiamo grandi sfide da affrontare – riprende la professoressa Turchiarulo – e il Placement rappresenta uno strumento importante rispetto al delicato ruolo che il Politecnico è chiamato a svolgere per contribuire alla ripartenza del Territorio e del Paese. Il miglioramento continuo dei servizi di accompagnamento al mondo del lavoro e di orientamento – conclude la delegata del rettore – insieme con il sostegno all’imprenditoria giovanile, la promozione dei programmi di studio all’estero, l’incremento delle esperienze sul campo durante il percorso di studio costituiscono, oggi più che mai, degli obiettivi strategici per il nostro Ateneo».

Ancora nessun commento

I commenti sono disabilitati